Libero in natura, utile e produttivo da vivo, la migliore collaborazione la offro alla fine del mio percorso. subisco le ingiurie esterne se arso dal fulmine, tritato dal tarlo, travolto dal fiume; ma sono ostinato: bruciato, disidratato o scarnificato solletico l’artista che mi riconosce ulteriori facce per esprimere il mio ed il suo tormento.Attraverso le rughe scavate, la fiammata o l’occhio di pernice delle fibre vi racconto la mia storia attraverso gli eventi che l’hanno sottolineata o modificata; il racconto di una vita serena o delle violenze subite le traduco con facce nuove ed inusuali con cui rivestire le idee dell’artista.Costruzione o mobile, pavimento o rivestimento, soprammobile o scultura il mio linguaggio è fatto di forme e colori, finiture e dimensioni per appagare chi sente lo spirito nascosto tra le fibre.Gratifico chi mi prende e mi propone per il male e il buono ricevuto senza il maltrattamento di lavorazioni e prodotti aggiuntivi che sempre più mi fanno assomigliare a quella plastica stampata che non sono.

Geometrie e essenze diverse concorrono a esaltare con il legno il disegno dell'ambiente
Geometrie e essenze diverse concorrono a esaltare con il legno il disegno dell’ambiente
Il comò scompone la sua massività e la sua compattezza per alleggerirsi alla vista e perdere la pesantezza delle forme preconcette
Il comò scompone la sua massività e la sua compattezza per alleggerirsi alla vista e perdere la pesantezza delle forme preconcette
Il tavolo occupa la scena nella sala con  l'imponenza di forma e materiale semplici
Il tavolo occupa la scena nella sala con l’imponenza di forma e materiale semplici